• 02 91 03 914
  • infopaghe@infopaghesrl-1.191.it

Pensioni – uscita anticipata dal mondo del lavoro

Pensioni – uscita anticipata dal mondo del lavoro

Nell’ambito della revisione della legge Fornero e precedenti, riguardanti il sistema pensionistico, dal 2019 in via sperimentale per 3 anni, sono state introdotte misure per l’uscita anticipata dal mondo del lavoro, avendo maturato alcuni requisiti personali.

I due sistemi principali sono:

Quota 100

La quota in oggetto prevede che si abbiano requisiti pensionistici di almeno 62 anni di età anagrafica e almeno 38 anni di contributi versati.

Sono previste penalizzazioni sulla rata di pensione, da percepire in relazione alla quantità di anni contributivi versati. In sostanza, chi ha solo 38 anni di versamenti avrà maggiori penalizzazioni di chi ha maturato 40 anni di versamenti, etc.

Sono previste finestre di uscita dal lavoro di circa 3 mesi.

Chi aderisce alla pensione con quota 100 non potrà mai più cumulare in futuro altri redditi da lavoro dipendente/autonomo. Si possono, eventualmente, cumulare solo redditi da lavoro occasionale nel limite di € 5.000,00 anno.

 

Opzione Donna

I requisiti sono quelli di avere almeno 58 anni di età anagrafica per le lavoratrici dipendenti e di 59 anni per le lavoratrici autonome, e almeno 35 anni di contributi versati. I requisiti, per il 2019, devono essere essere stati raggiunti entro dicembre 2018.

Anche in questo caso, vi sono penalizzazioni economiche per l’uscita anticipata dal lavoro e, il divieto futuro di cumulo con redditi da lavoro dipendente/autonomo, sempre con possibilità di avere redditi occasionali fino a € 5.000,00.

Condividilo : Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
Infopaghe Srl